giovedì 13 giugno 2013

ORECCHINI RAYEN

In questa estiva mattina di giugno ho finalmente concluso il secondo di un paio di orecchini iniziato da qualche  tempo... La creazione è molto etnica e ricorda un po' gli Indiani d' America, ragione per cui ho chiamato questi orecchini Rayen, che nella loro lingua significa fiore. Come un fiore, infatti, vorrei che vi sentiste voi, qualora li indossaste...
In realtà, oltre agli Indiani, questo paio di orecchini, mi ricordano molto anche delle Thangka tibetane, stendardi buddisti dipinti o ricamati, appesi nei monasteri o sopra gli altari di famiglia e portati in processione dai fedeli e dai lama.
In ogni caso si tratta di una creazione molto particolare dai colori molto caldi, che, vista al contrario , potrebbe assomigliare anche a dei baobab... :). Insomma, si tratta di un paio di orecchini molto versatile e soggetto a mille interpretazioni: io vi consiglio di scegliere quella che vi si addice di più in modo da portarli con la massima naturalezza e spontaneità!
Il filo è di poliestere semi cerato color rame e le frange sono abbellite da rocailles bianche e ambrate, da cristalli di vetro anch' essi color ambra e da perle in tinta, di un color caramello molto pallido. Quattro piccole rocailles bianche sono state inserite anche nel motivo verticale al centro del rettangolo, in modo da movimentare la composizione... le monachelle sono dorate e il pezzo è unico e rigorosamente realizzato a mano!

Creazioni

Nessun commento:

Posta un commento